Home | Deutsch | English | Sitemap

Michael Wachtler

Michael Wachtler - Vita

 

La nascita delle angiosperme2016: La nascita delle angiosperme
Negli Urali in Russia Michael Wachtler scopre le piante a fiori più vecchie al mondo. Risalgono al Permiano. Descrive le simbiosi fra insetti ed angiosperme.

2016: Un cuore ... d'oro
Michael Wachtler descrive la scoperta dei 30 kg d'oro trovati vicino al Monte Rosa.

 

2016: Scoperte in Germania
Michael Wachtler descrive l'importante flora triassica di Ilsfeld in Germania e dimostra come si sono evoluti equiseti e cicadee.

 

Il primo pino2015: Il primo pino
Nelle Dolomiti Ferruccio Valentini scopre i resti di una conifera enigmatica. Michael Wachtler li descrive come gli antenati dei pini e li battezza onorando lo scopritore Valentinia.

 

L'antenato di tutte le conifere2014: L'antenato di tutte le conifere
Thomas Perner, ricercatore tedesco e Michael Wachtler scoprono e descrivono la più vecchia conifera mai trovata: Perneria.

 

2013: Libro “Fèro l’uomo dei boschi”
o un cercatore d’erbe fra le Dolomiti violate. Prosegue la sua critica sociale. Per il suo costante impegno per la tutela della Natura viene oggetto di lunghi e annosi procedimenti giudiziari.

 

2012: L’uomo dei boschi Ferruccio Valentini e altre scoperte
Sulle montagne trentine Michael Wachtler, insieme ad un cercatore d’erbe, chiamato Féro, scopre un sito nuovo di fossili enigmatici. Accanto a piante fossilizzate si trovano anche strane concrezioni, che finora erano state trovate solo in una riserva indiana del nord America, dove vengono venerate come palle degli sciamani.

 

2011: Wachtleria e una copiosità di nuove piante
Michael Wachtler descrive nuove conifere fossilizzate come l´Alpia anisica e Perneria ungeri, che riconducono alle attuali pinacee e alle cupressacee. Il paleontologo carinziano Georg Kandutsch insigna ad un tipo di felce, vecchia 240 milioni di anni, il nome Wachtleria. I loro discendenti il genere Lindsaea, si trova ancora oggi in Australia e in Nuova Zelanda

 

2010: L'enigma delle cicadee viene decifrato
Basandosi su nuove scoperte fatte al Piz da Peres e Tregiovo riesce dare un un notevole contributo al problema che ha occupato scienziati di tutto il mondo: Come si sono formate le cicadee, un gruppo di piante tropicali che hanno dominato la terra insieme ai dinosauri.

 

2009: Viaggio nel regno sperduto dell’oro e dei diamanti
Fa spedizioni come cercatore di tesori nella giungla del Venezuela. Conquista varie Tepui, montagne inesplorate nella giungla amazzonica.

 

2008: Il più grande ritrovamento d'oro delle Alpi
Insiemi ai suoi amici Mario e Lino Pallaoro, Federico Morelli e Georg Kandutsch, Michael Wachtler sotto il massiccio del Monte Rosa nella Valle d'Aosta fa il più grande ritrovamento d'oro delle Alpi. Venti chilogrammi d'oro puro vengono scoperti in questa circostanza.
2008: Spedizione nell’inferno della Dancalia in Etiopia ed un viaggio nelle isole Spitzbergen per esplorare la preistoria

 

2007: Sphingopus ladinicus e l’inizio dei dinosauri
Michael Wachtler scopre al Piz da Peres in Val Badia impronte che risalgono a 240 millioni di anni fa e che segnano l’inizio dei primi dinosauri. In collaborazione col noto paleontologo trentino Marco Avanzini li descrive ed attribuisce il nome di Sphingopus ladinicus.

 

2006: Critica sociale
“L’anima segreta della natura “. Michael Wachtler si dedica sempre di più alla critica sociale. In questo libro mette in risalto la distruzione della natura e la passività degli esseri umani a confronto.
2006: Una grande caverna di cristalli
Durante un’escursione con i fratelli Tomaschett della Surselva in Svizzera viene aperta una grande caverna di cristalli, che rendono la scoperta una delle migliori nelle Alpi in questo campo.
2006: Spedizione alle Cormore, l’isola delle donne.

 

2005: Gordonopteris lorigae, una nuova felce primitiva
Michael Wachtelr scopre una felce primitiva che da Michael Wachtler, Han van Cittert e Evelyn Kustatscher viene battezzata Gordonopteris lorigae. Il nome è supposto ad onorare sia la scozzese Maria Ogilvie – Gordon, la prima donna ammessa agli studi di laurea prima in Inghilterra, poi in Germania ed inoltre fondatrice del movimento d’uguaglianza, che Carmela Broglio, una ricercatrice italiana. Lo scopo di questo gesto è di far notare che anche al giorno d’oggi l’accesso agli studi non deve essere discriminato né dalla differenza di sesso, né dalla professione, dal rango, dal nome, dalla ricchezza o dalla povertà.

2005: Attraverso le Dolomiti sconosciute
Michael Wachtler attraversa le Dolomiti alla ricerca di terre incognite. Incontra scrittori famosi e altre persone per filosofare sul futuro di questo paesaggio unico al mondo.

 

2004: Michael Wachtler si avventura nell’Australia con i ricercatori d’oro e si interessa della poco prima scoperta “Wollemi pine”, una conifera ritenuta estinta da tempo.

 

2003: La Grande Guerra
Michael Wachtler si occupa della Grande Guerra sulle montagne. Libri e filmati di successo che presto diventeranno opere standard sul tema, sono il risultato.
2003: Opere d'arte della natura
Così Michael Wachtler intitola le sue scoperte fatte in mezzo alla natura. Si tratta di strepitose lastre, che vengono esposte in diversi celebri musei d’Arte Moderna come il MART di Rovereto come anche nei Musei di Reinhold Messner.
2003: Spedizione col ciclista estremo Tobias Fischnaller sui vulcani inviolati del Kamtschatka in Russia.

 

2002: Musei e tesoriere della natura
Con Georg Kandutsch della Carinzia inizia a costruire le prime „Tesoriere della natura“. Sono sturtture che fanno vedere i tesori delle montagne.
2002: Spedizioni in tutto il mondo
Viaggio nel Pacifico a Vanuatu (il popolo più felice al mondo secondo la rivista inglese Times) e la Nuova Caledonia (Viaggio nei tempi passati)

 

2001: Il romanzo "Uomini di pietra"
Michael Wachtler pubblica il romanzo “Uomini di pietra”, nel quale racconta come dalla roccia sono nati gli uomini.

 

2000: Un celacantide
Michael Wachtler trova un esemplare quasi perfetto di un celacantide vissuto circa 240 milioni di anni fa nelle Dolomiti. Questo “fossile vivente” venne trovato vivo nell'anno 1938 nell'oceano Indiano.

 

1999: „Megachirella wachtleri“, l’antenato di lucertole e serpenti
Michael Wachtler trova nelle Dolomiti lo scheletro di un sauro che risulta l’antenato delle lucertole e dei serpenti (Fonte National Geographic). Prende il nome „Megachirella wachtleri“. Si tratta di un piccolo rettile vissuto più di 240 milioni di anni fa, ancora prima dell'era dei dinosauri. Appartiene alla specie dei lepidosauri primitivi, una specie alla quale oggi appartengono lucertole, iguane, sfenodonti e serpenti.

 

Dal 1998 I libri di Michael Wachtler
In tanti libri cerca di far capire il grande concetto della natura. La sua opera risulta particolarmente interessante poiché, grazie ai suoi appassionanti racconti e ai suoi reportage, egli riesce ad avvicinare il pubblico a concetti scientifici di difficile comprensione. Scrive per riviste rinomate come National Geographic, Trekking, Alpin.
Dal 1998 Organizza mostre in tutta Europa:
Bolzano (1998), Trento (1999), Torino (2000), Rosenheim (Lokschuppen 2001), Monaco di Baviera (2002), Berlino (2002), Museo Reinhold-Messner Monte Rite (2002), Rovereto (MART) (2003), Bologna (2004 – 2005), Trento (2004), (Le Dolomiti, La formazione delle Alpi) Forte di Bard (Aosta) (2005) Museo delle Alpi), Monaco 2008 (Oro delle Alpi, „Tesori dell’India“ (2009), „Dinosauri Europei“ (2011)

 

1997: Dolomythos – Il Museo delle Dolomiti
Michael Wachtler fonda „Dolomythos – il Museo delle Dolomiti“ che colleziona i migliori fossili e minerali delle Dolomiti come anche diorami ed opere artistiche. È un entusiasmante viaggio nelle Dolomiti, le “più belle montagne del mondo“.

 

1995: Scoperte importanti: Bjuvia dolomitica e le prime cicadee
Nel 1999 Michael Wachtler trova nelle montagne di Braies resti di cicadee molto ben conservate. Queste enigmatiche piante appartengono a una delle più insolite famiglie di vegetali che all’epoca dei dinosauri dominavano il regno vegetale.

 

1994: Nascita del primo figlio Nicolas, al quale seguono nei prossimi anni le figlie Alexa e Gaia.

 

1990: Scoperte importanti:
Voltzia dolomitica e Alpia ladinica
Michael Wachtler scopre piante fossilizzate nuove che rappresentano un importante passo evolutivo nella storia delle conifere. Sono gli antenati delle attuali araucarie come anche
di tutte le altre conifere come le Cupressaceae.

 

Dal 1990 Documentari per la televisione
Michael Wachtler, si è dedicato molto presto al giornalismo, entusiasmando il pubblico con la sua vasta produzione di libri e di documentari televisivi. Si tratta soprattutto di documentari che seguono uomini all'orlo del precipizio, la natura, e le grandi scoperte. I filmati vengono trasmessi dalle più importanti emittenti TV come RAI, ARD, BBC, ORF.

 

1980 – 1990: Nuovi giornali e riviste
Dal 1980 si dedica al giornalismo e fonda diverse riviste.

 

1984: La tragica morte del suo grande maestro
Nolli Huber, col quale è andato tantissimo in montagna precipita durante un’escursione comune alla scoperta ei cristalli e perde la vita.

 

1970-1990 Ricercatore di cristalli e scopritore
Michael Wachtler fa il cristalliere e ricercatore di fossili estremo. Famosi cristalli e minerali vengono trovati.

 

Expeditionen:
1981: Indien und Nepal
1983: Namibia
1984: Galapagos - Peru



Già da studente partecipa a numerose spedizioni in tutto il mondo (Namibia, Bahamas, Pacifico, Peru, Colombia), mai con il semplice scopo di scalare le montagne, ma sempre con l’intenzione di comprendere i meravigliosi e sconosciuti tesori della terra.

Ha dimostrato che le montagne sono tuttora piene di segreti. Ha cercato di trasmettere al pubblico la sua passione per la natura attraverso molteplici libri,
documentari, mostre internazionali e musei.



Dolomiti
 
 

Michael Wachtler - Highlights

Il più grande ritrovamento d'oro delle Alpi

Megachirella wachtleri
l'antenato delle lucertole

Il potere dei cristalli
Il cristallo della morte

Le ombre fossili delle felci
Il messaggio del passato

 

Saggio

 

Pubblicazioni


Michael Wachtler
Filosofo della natura, scopritore, scrittore, documentarista

Via P.-P.-Rainer 11,
I-39038 San Candido (BZ)

Tel. +39 0474 913462
Fax +39 0474 913092
michael@wachtler.com
www.michaelwachtler.com

Part. IVA IT02608410219

Link utili:

Zona delle Tre Cime nelle Dolomiti
Vacanze in Alto Adige

  
Editoria  © Webdesign by SiMedia

Michael Wachtler - Filosofo della natura, scopritore, scrittore, documentarista
Via P.-P.-Rainer 11, I-39038 San Candido (BZ)
Tel. +39 0474 913462 - Fax +39 0474 913092 - michael@wachtler.com - www.michaelwachtler.com